Senza categoria » Giochi blockchain: normative sulle illegalità

Giochi blockchain: normative sulle illegalità

Giusto qualche giorno fa abbiamo parlato dell’uscita di un nuovo gioco blockchain per utenti Ethereum, vi ricordate?

Un’organizzazione in Giappone sta trovando nuovi modi per spiegare le normative riguardanti le attività illegali nella comunità di giochi blockchain.

La Blockchain Contents Association (BCA) ha annunciato ieri di aver scritto nuove linee guida per affrontare le leggi relative al gioco d’azzardo e alle truffe online.

Organizzazione giapponese di autoregolamentazione fondata nel febbraio 2020, la BCA intende promuovere la protezione dei clienti per qualsiasi contenuto basato su blockchain, inclusi giochi e social media. Sebbene molte città in Giappone abbiano esplorato la creazione di casinò, secondo la legge locale il gioco d’azzardo online e di persona è ancora illegale nella maggior parte delle situazioni.

Le linee guida dell’associazione con sede a Tokyo sono il suo primo tentativo di aiutare gli sviluppatori di giochi di blockchain per evitare indiscrezioni. Queste riguardano anche le leggi locali relative al settore dei giochi in Giappone, tra cui la legge per la prevenzione di benefici in più o inattesi ingiustificati e la rappresentazione fuorviante, la legge sui servizi di pagamento e la legge sugli strumenti finanziari e gli scambi.

Uno degli obiettivi è quello di chiarire agli sviluppatori di giochi blockchain ciò che è esattamente classificato come gioco d’azzardo secondo la legge giapponese. Ad esempio, se vengono offerti token non fungibili come “gacha“, un gioco basato su slot machine che utilizza valuta virtuale, l’associazione consiglia di evitarli. Tali ricompense sono, molto probabilmente, illegali.

Un'organizzazione in Giappone sta trovando nuovi modi per spiegare le normative riguardanti le attività illegali nella comunità di giochi blockchain.

Giocare in tranquillità

Hironao Kunimitsu, presidente della BCA e fondatore di Gumi, ha riflettuto sulle azioni dell’associazione: “Attraverso le nuove linee guida, cerchiamo di aiutare i nostri utenti ad utilizzare i contenuti in tutta tranquillità e a contribuire al sano sviluppo del settore dei contenuti blockchain in Giappone”.

L’associazione ha stabilito che ci sarà un “numero minimo di requisiti” a cui i loro membri devono conformarsi, che potrebbe anche essere aggiornato in futuro. La mossa è un buon primo passo nel caso in cui il gioco blockchain diventi mainstream.

Dieci società formano i membri fondatori dell’associazione, tra cui Hakuhodo, inserzionisti, società di pubbliche relazioni, Gumi, Startbahn e Double jump.tokyo, lo sviluppatore di My Crypto Heroes.

Related Stories