Home » Exchange » News Exchange » Lo scambio di criptovalute Bitonic è registrato presso la Banca centrale olandese

Lo scambio di criptovalute Bitonic è registrato presso la Banca centrale olandese

Lo scambio Bitonic è stato ufficialmente inserito nel registro delle valute digitali della Banca centrale olandese (DNB). L’exchange ha introdotto ulteriori misure di verifica richieste dalla banca centrale. Secondo il Sanction Act della banca, le società di criptovalute locali ora devono monitorare i prelievi dei loro clienti e verificare la proprietà dei portafogli. Gli esperti nella sfera delle criptovalute hanno già definito i nuovi requisiti un precursore “dei divieti di custodia”. 

Bitonic è registrato nella Banca centrale 

L’exchange dei Paesi Bassi adesso è ufficialmente in regola. Bitonic ha introdotto ulteriori misure di verifica richieste dalla banca centrale olandese. La legislazione olandese ha obbligato lo scambio a verificare l’identità dei clienti. Tramite passaporti, carte d’identità e/o patenti di guida. Questo vale per tutti, anche per i clienti che acquistano per un importo minimo di 5 €. Inoltre, Bitonic è tenuto a controllare le transazioni e monitorare la loro origine e il comportamento in base ai rischi.

Adattarsi alla nuova legislazione 

Lo scambio di criptovalute è stato obbligato ad adattarsi alle nuove norme se voleva sopravvivere. In merito alla nuova legislazione il team di Bitonic non si è sempre pronunciato favorevole. Anzi, fin dall’inizio ha mostrato mal di pancia e insofferenza. Hanno rivelato: Bitonic ha sentimenti contrastanti riguardo alla nuova legislazione. Da un lato, ci si aspetterebbe che alla fine la legislazione entrerà in vigore e ciò creerà una certa legittimità del mercato. Naturalmente siamo anche favorevoli alla lotta contro la frode, il riciclaggio di denaro e altre attività criminali. D’altra parte, siamo molto preoccupati per la proporzionalità, la criminalizzazione del settore e soprattutto la privacy dei nostri clienti

Poi hanno continuato dicendo: Vediamo che la legislazione europea è stata introdotta in altri paesi europei con una maggiore comprensione del mercato e della tecnologia. Di tutti questi paesi, i Paesi Bassi sembrano affrontare le richieste più estreme e siamo molto delusi da questo”

La regolamentazione dei Paesi Bassi si basa sulle direttive europee. L’obiettivo è quello di contrastare le attività illegali.

Il nuovo regolamento nei Paesi Bassi 

Il mese scorso vi abbiamo detto che la banca centrale olandese sta applicando una nuova norma agli exchange. Per scoraggiare il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. La banca centrale ha ordinato di costringere gli utenti a dimostrare di possedere i loro portafogli di prelievo. Costringendo loro di spiegare perché stanno acquistando Bitcoin. La nuova politica si basa sul Sanction Act del 1977 del paese. 

Misure che seguono le direttive europee 

Le misure adottate dai Paesi Bassi fanno riferimento all’Unione Europea. Ricordiamo che il paese ha adottato la quinta direttiva dell’UE contro il riciclaggio di denaro (AMLD-5). Per questo motivo, gli scambi di criptovalute che desiderano operare devono registrarsi per una licenza presso la banca centrale olandese. All’inizio di novembre, è stato rivelato che solo tre delle 38 domande sono state accolte dalla DNB. 

Exchange verso Malta e Gibilterra

Le rigorose misure di regolamentazione hanno visto alcuni scambi di criptovalute uscire dai Paesi Bassi. Questo perché paesi come Malta e Gibilterra hanno delle normative relativamente più amichevoli. Inoltre possono presentare una proposta interessante per gli scambi che cercano di allontanarsi dagli Stati membri dell’UE. Un trasferimento a Malta e Gibilterra ha anche un ulteriore vantaggio. Quello di poter continuare a fornire servizi ai clienti europei

Articoli Consigliati

Articoli Consigliati

Mondo Crypto è anche Tua!

Mondo Crypto è la Startup Innovativa riconosciuta come canale informativo su Blockchain e Cryptovalute in Italia. Siamo stati ammessi al Programma Operativo Nazionale Cultura e Sviluppo (PON) FESR 2014-2020. Siamo nati con l'obiettivo di creare consapevolezza sui temi della Blockchain, Cryptovalute e Bitcoin divulgando in maniera easy le informazioni verso le istituzioni, investitori, traders, organizzazioni e utenti. Offriamo giornalmente news, aggiornamenti di settore, guide trading e partecipazione ad eventi, utilizzando uno stile semplice e diretto. Per Mondo Crypto l’informazione è libera e tutti hanno il Diritto di Conoscere e di Capire il mondo Blockchain, Cryptovalute e Bitcoin. Il nostro motto è: Mondo Crypto è anche Tua! Il tuo parere per noi è importantissimo, per poterti offrire un servizio sempre migliore! Facci sapere cosa ne pensi, lasciaci una recensione su Google.

Articoli Consigliati

Mondo Crypto è anche Tua!

Mondo Crypto è la Startup Innovativa riconosciuta come canale informativo su Blockchain e Cryptovalute in Italia. Siamo stati ammessi al Programma Operativo Nazionale Cultura e Sviluppo (PON) FESR 2014-2020. Siamo nati con l'obiettivo di creare consapevolezza sui temi della Blockchain, Cryptovalute e Bitcoin divulgando in maniera easy le informazioni verso le istituzioni, investitori, traders, organizzazioni e utenti. Offriamo giornalmente news, aggiornamenti di settore, guide trading e partecipazione ad eventi, utilizzando uno stile semplice e diretto. Per Mondo Crypto l’informazione è libera e tutti hanno il Diritto di Conoscere e di Capire il mondo Blockchain, Cryptovalute e Bitcoin. Il nostro motto è: Mondo Crypto è anche Tua! Il tuo parere per noi è importantissimo, per poterti offrire un servizio sempre migliore! Facci sapere cosa ne pensi, lasciaci una recensione su Google.