Criptovaluta » Ultime notizie Tg Coin » Crypto News e Blockchain del 19/11/2020 Tg Coin

Crypto News e Blockchain del 19/11/2020 Tg Coin

Nuove norme crittografiche nei Paesi Bassi

I Paesi Bassi inseriscono un nuovo regolamento per gli scambi di criptovalute. Ampliando le sanzioni del 1977. La banca centrale olandese sta applicando una nuova norma agli exchange. Per scoraggiare il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. La banca centrale ha ordinato di costringere gli utenti a dimostrare di possedere i loro portafogli di prelievo. Costringendo loro di spiegare perché stanno acquistando Bitcoin. L’exchange Bitonic si è mostrato contrario alle norme. Sottolineando che nessun altro paese dell’UE ha questi requisiti sulle criptovalute. Clicca qui per leggere la crypto news completa.

Nuove norme crittografiche ad Hong Kong

Le normative di Hong Kong per il settore crittografico potrebbero avere delle conseguenze sugli scambi di criptovaluta. Lo rivela una nuova ricerca di Messari.io sul mercato dei derivati ​​crittografici. Secondo gli studiosi, la città cinese sta lavorando per regolamentare tutto il mercato delle monete digitali. Pare che abbia messo una serie di restrizioni sugli scambi di criptovaluta non regolamentati. Clicca qui per leggere la crypto news completa.

In Brasile test con blockchain per le elezioni politiche

In un periodo in cui si discute l’uso della blockchain per le elezioni politiche. Il Brasile intende utilizzare la blockchain per migliorare il proprio sistema elettorale. Il Tribunale elettorale superiore del Brasile (TSE) ha infatti iniziato dei test pilota. Studiando quattro sistemi di voto elettronico basati su blockchain. L’organismo lavora con l’idea di migliorare il processo elettorale del paese e consentire il voto digitale. Clicca qui per leggere la Blockchain News completa.

Nel 2021 i primi test dello yen digitale 

Un gruppo di società giapponesi lavora per progettare lo yen digitale del Giappone. Sono 30 le aziende che si sono fatte avanti per sviluppare e testare la valuta digitale privata. Che, secondo le prime indiscrezioni, funzionerebbe insieme al contante. Ma a frenare l’entusiasmo ci ha pensato un ex dirigente di Bank of Japan. Che ha detto che il Giappone avrà bisogno di anni per emettere uno CBDC. Clicca qui per leggere la crypto news completa. 

Articoli Consigliati